Con i forti ribassi visti ieri sera sui mercati equity mondiali, il sentiment globale di risk off si è mostrato anche nel comparto FX, dando un respiro allo yen giapponese, che ha svolto egregiamente la sua funzione di valuta rifugio.

Il futures scadenza marzo 22 dai suoi minimi di 0.0085980 ha recuperato area 0.0086415, portando cosi interessanti movimenti di storno anche su tutti i cross yen.

I traders al dettaglio, che come ben sappiamo amano lavorare in mean reverting, mantengono ancora posizioni long sullo yen giapponese, riuscendo in questa occasione a respirare dopo la lunga sofferenza delle loro posizioni medie contro trend.

Al momento eurjpy dopo aver visto i suoi massimi in area 131.50, vede i primi rintracciamenti sui supporti di 130.75, non lontano dai livelli chiave di 130.50 e 130 e ¼ , dando anche qui respiro ai traders retail che erano all’86% short nella giornata di ieri, ed oggi riducono le loro posizioni , portando il loro sentiment all’81% corto.

Anche gbpjpy ha visto i suoi massimi a 157.80, con un sentiment retail al 87% short, oggi ritrova i primi movimenti di storno sulle aree di 156.051,con un sentiment corto in calo al 83%.

La rinnovata forza dello yen giapponese, nel contesto di risk off, trova terreno fertile contro le valute dette da investimento, ovvero australia e nuova zelanda e canada, che soffrono ovviamente la caduta delle borse.

Audjpy pertanto passa dai massimi di 84.25 a 82.75 in un movimento unidirezionale, perfettamente sicrono con le borse, spingendo anche qui i traders retail a prese di profitto immediate sulle loro posizioni corte, che avevano visto la luce dalle aree di 81.75.

Dovremo attendere gli sviluppi del comparto equity e le sorti di questo nuovo sentiment di risk off, per capire il destino dello yen, che resta legato a doppio filo con le borse mondiali.